DSCF0889

Orvieto Doc

I vini a Denominazione di Origine Controllata “Orvieto Doc ” devono essere ottenuti dai vitigni seguenti:

Vitigni: il disciplinare prevede uve Procanico e Grechetto (minimo 60%), e altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, idonei alla coltivazione (max. 40%).

Tipologie: secco, abboccato, amabile, dolce, superiore, vendemmia tardiva e Muffa Nobile.

Caratteristiche organolettiche e abbinamenti

Colore: giallo paglierino.

Olfatto: delicato e fruttato.

Gusto: fruttato e tendente all’amarognolo nella versione secca, zuccherino, con finale di frutta candita nella versione dolce.

Abbinamento: per la sua struttura ed eleganza é un vino che può essere bevuto come aperitivo o durante tutto il pasto, in particolare con fritti, carni bianche e pesce.  La versione dolce è ottima con i dessert. Da provare la Muffa Nobile anche con patè di fegato, formaggi erborinati o anche come vino da meditazione.

Temperatura di servizio: da consumarsi fresco, a una temperatura tra i 6 e i 8 gradi centigradi; Le tipologie dolci a una temperatura di 12/14 gradi centigradi.

Il Rosso Orvietano

I vini a Denominazione di Origine Controllata “Orvietano Rosso” o ” Rosso Orvietano” devono essere ottenuti dai vitigni seguenti:

Vitigni principali: – Aleatico, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Canaiolo Rosso, Ciliegiolo, Merlot, Montepulciano, Pinot Nero, Sangiovese da soli o congiuntamente per almeno il 70%.

Vitigni secondari: Aleatico, Barbera, Cesanese comune, Colorino, Dolcetto da soli o nella misura massima del 30%.

Caratteristiche organolettiche e abbinamenti

Colore: rosso rubino intenso, talvolta con riflessi violacei

Olfatto: frutta rossa, vinoso intenso, talvolta erbaceo

Gusto: fruttato, morbido, elegante, vellutato

Abbinamento: primi piatti con sughi rossi e di carne, carni rosse e arrosti, formaggi stagionati

Comments are closed.